Vaccino Astrazeneca, l’Aifa vieta l’utilizzo del lotto ABV2856

Pur non essendoci ancora nessuna correlazione tra il vaccino AstraZeneca e gli eventi avversi avvenuti dopo la sua somministrazione l’Agenzia Italiana del Farmaco (Aifa) ha deciso di vietare l’utilizzo del lotto ABV2856 su tutto il territorio nazionale. Si tratta di una precauzione in attesa di indicazioni dall’Agenzia Europea del Farmaco (Ema).

Intanto in Danimarca si è deciso per il blocco della somministrazione del vaccino AstraZeneca per la concomitanza di eventi coagulativi, di cui però è ancora da accertare il nesso con la vaccinazione. Anche Austria, Estonia, la Lituania, il Lussemburgo e la Lettonia hanno bloccato il lotto ABV5300 (non distribuito in Italia) in seguito al decesso di una donna ed il ricovero di un’altra per un’embolia polmonare dopo la somministrazione di due dosi del vaccino.

Per il portavoce di Downing Street il vaccino dell’Università di Oxford è “sicuro ed efficace” come dimostrato dai dati della campagna vaccinale nel Regno Unito di cui in misura eguale al vaccino Pfizer BioNTech i due vaccini sono stati somministrati a circa 23 milioni di persone.



In questo articolo: