Teknoservice, licenziati i dipendenti sorpresi a fare altro durante l’orario di lavoro

Per ora un solo dipendente ha ricevuto la lettera di licenziamento dalla Teknoservice, azienda che opera nella raccolta dei rifiuti nella cintura sud di Torino, Ma presto ci si aspetta che arrivino altre lettere ai lavoratori sospesi ad agosto dopo che sono stati beccati ad andare al bar o fare la spesa anziché lavorare.

Dopo alcune segnalazioni e lamentele sul disservizio la dirigenza ha incaricato un’azienda terza per controllare i dipendenti. Ciò ha scatenato l’ira dei sindacati che sottolineano come ci sia “un esplicito divieto di controllo dell’attività lavorativa, fatto salvo per quanto riguarda la tutela del patrimonio aziendale. Comunque è previsto che i nominativi e la mansione del personale incaricato al controllo devono essere messi a conoscenza dei lavoratori interessati”.

Le situazioni sono diverse caso per caso, ci sono alcuni che si assentavano per ore mentre altri per pochi minuti. Per fare il punto della situazione i rappresentanti dei lavoratori, l’amministrazione comunale e il consorzio di gestione dei rifiuti di zona, il Covar14, si sono incontrati ieri al comune di Nichelino. Il presidente di Covar14, Leonardo di Crescenzo dichiara: “Non entriamo nel merito di decisioni che sono prettamente aziendali. Certo non stiamo dalla parte di chi fa il furbo e fa altro anziché lavorare. Ai sindacati abbiamo rassicurato l’impegno per trovare una soluzione che sia condivisa da tutti”.