Piano nazionale di ripresa e resilienza (Pnrr), in Piemonte 268 milioni di euro per l’edilizia scolastica

Il ministro dell’Istruzione ha firmato il decreto per il riparto tra le diverse regioni dei fondi del Piano nazionale di ripresa e resilienza destinati all’edilizia scolastica. Complessivamente, al Piemonte arriveranno 268 milioni di euro, di cui 128,5 per gli asili nido, 33 per le scuole dell’infanzia, 43,1 per nuove scuole, 16,7 per le mense, 12,2 per le palestre e 34,5 per la messa in sicurezza e la ristrutturazione di scuole già esistenti.

“Grazie al Pnrr, avviato dal governo Conte II e completato dal governo Draghi arrivano risorse ingenti per un settore fondamentale come quello della scuola, che e’ una delle priorità del Partito democratico anche nella legge di bilancio”,  dichiarano in una nota congiunta i parlamentari Pd del Piemonte, Bonomo, Borghi, Gariglio, Giorgis, Gribaudo, Lepri, Laus, Rossomando, Taricco.

Si tratta di una grande occasione – proseguono – “per rendere più sicure e accoglienti le scuole e per modernizzare l’educazione e la formazione dei nostri bambini e ragazzi. Adesso – conclude – tutti devono fare la loro parte, a cominciare dall’amministrazione regionale, perché questi fondi siano spesi presto e bene e non si perda questa occasione unica”.



In questo articolo: