Torino, respinto anche il ricorso: niente doppio cognome a figlio di due madri

La Corte d’appello di Torino ha detto no al doppio cognome per il figlio di due mamme, seguendo quindi quella che era stata la linea del Tribunale e rigettando il ricorso presentato dal Comune che sosteneva la validità del percorso intrapreso di riconoscimento e trascrizione dei figli delle coppie omogenitoriali.

“Abbiamo ricevuto il decreto della Corte d’appello che rigetta il reclamo confermando la decisione del Tribunale e il provvedimento impugnato – dichiarano il sindaco, Stefano Lo Russo, e l’assessore Jacopo Rosatelli -. Svolgeremo ora i dovuti approfondimenti giuridici.

Sul piano politico – aggiungono – ribadiamo che la nostra Giunta è convinta che sia necessario riconoscere la genitorialità delle coppie dello stesso sesso nel supremo interesse dei minori a crescere in una famiglia con pienezza di diritti e doveri. Richiamiamo, quindi, nuovamente il Parlamento – sollecitano – a fare finalmente la propria parte per riformare tutte quelle normative in materia di famiglia che conservano un contenuto discriminatorio. La società è pronta, la politica lo sia altrettanto”.



In questo articolo: