Seguici su

Cultura

A Torino un bando da 1.5 milioni per gli operatori culturali

Avatar

Pubblicato

il

È stato pubblicato oggi il bando del comune di Torino per lo sviluppo di progetti culturali finanziati con fondi REACT-EU.

“A Torino, così come nel resto del mondo, la pandemia ha messo a dura prova il sistema culturale, costringendo alla chiusura prolungata musei, cinema, teatri, spazi aggregativi e molto altro, con l’inevitabile conseguenza di problemi di ordine economico per gli operatori e di carattere sociale per la popolazione privata, improvvisamente, di possibilità di intrattenimento, incontro, confronto e crescita – dichiara Rosanna Purchia, assessora alla cultura della Città -. L’Amministrazione cittadina, che considera la cultura un irrinunciabile bene pubblico da sostenere, preservare e rendere accessibile a tutti, ha deciso di usare strumenti e risorse disponibili per ridare al settore il giusto spazio aiutandolo a superare sia la crisi economica, sia la crisi di socialità”.

Attraverso questo bando, che mette a disposizione 1milione 564mila, la Città intende selezionare progetti finalizzati a migliorare e a sostenere l’economia urbana nel comparto culturale.

La misura mira in particolare a sostenere il rilancio della capacità produttiva degli operatori culturali, in risposta ai danni derivati dalla pandemia Covid-19, stimolando la realizzazione di idee progettuali volte a diversificare l’offerta, ampliarne la possibilità di fruizione, attivare e valorizzare presidi di prossimità.

Le proposte – la cui data di realizzazione sarà indicativamente da luglio 2022 ad agosto 2023 – dovranno essere relative ad attività capaci di generare un impatto culturale e sociale positivo e quanto più duraturo sul territorio e afferire come ambito di intervento principalmente a settori quali il teatro, il teatro civile, danza, circo contemporaneo, musica, arti visive e cinema, patrimonio culturale, divulgazione scientifica, promozione del libro e della lettura.

Le risorse a disposizione – a cui potranno candidarsi le associazioni o altri soggetti no profit – sono distribuite tra le otto circoscrizioni territoriali sulla base della popolazione residente, ammettendo a finanziamento i due progetti con punteggio di merito più alto tra quelli candidati nella stessa circoscrizione. Nel caso in cui i fondi destinati a una circoscrizione non venissero assegnati completamente, i residui andranno agli ulteriori progetti idonei secondo l’ordine della graduatoria.

La partecipazione al finanziamento, per i progetti ammessi al contributo, sarà supportata da un’attività di accompagnamento sia nella fase di raccolta e sviluppo delle proposte progettuali sia in quella di implementazione e rendicontazione.

Si tratta del primo bando relativo al progetto ‘Circoscrizioni al centro’ presentato il 25 febbraio scorso al MAUTO dal Sindaco Stefano Lo Russo, le assessore Rosanna Purchia, Carlotta Salerno, Gianna Pentenero e gli assessori Mimmo Carretta e Francesco Tresso.

Iscrivi al canale Quotidiano Piemontese su WhatsApp, segui la nostra pagina Facebook e continua a leggere Quotidiano Piemontese

E tu cosa ne pensi?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

adv

Dalla home

adv

Facebook

adv