L’Accademia dei Folli porta in scena Over the rainbow a Torino per i 100 anni di Fenoglio

In occasione del centenario della nascita di Giuseppe Fenoglio l’Accademia dei Folli porta in scena Over the rainbow, uno spettacolo di musica-teatro tratto dal suo capolavoro Una questione privata.

In programma 4 repliche: due al Teatro Studio Bunker di Torino (il 21 e 22 aprile), una al Palazzo delle Feste di Bardonecchia (sabato 23 aprile), in chiusura della stagione Scena 1312, e l’ultima al Sacrario del Martinetto di Torino lunedì 25 aprile (ore 11), per il consueto appuntamento annuale con le celebrazioni della Festa della Liberazione.

È il 1963, dalla fine della guerra sono passati quasi vent’anni, quando sulla scrivania di Italo Calvino arriva un manoscritto. “La bocca socchiusa, le braccia abbandonate lungo i fianchi, Milton guardava la villa di Fulvia, solitaria sulla collina che degradava sulla città di Alba.”

Calvino va avanti nella lettura, e man mano che scorrono le pagine Milton e Fulvia diventano sempre più vivi, sempre più veri davanti ai suoi occhi. Lui le scrive lettere appassionate, lei si arrampica sui ciliegi. Lui le traduce le canzoni americane, lei balla da sola – o al limite con Giorgio, il ragazzo che li ha presentati. Tutto questo accadeva prima dell’8 settembre. Ma persino ora, nel fitto della guerra partigiana, Fulvia è per Milton più importante della stessa libertà, del motivo per cui sta combattendo. E anche quando si lancerà in azioni di guerra, lo farà sempre per lei, per risolvere una sua questione privata.

La guerra era stata raccontata da molti artisti, eppure nei romanzi, nei memoriali, nei diari e perfino nelle canzoni, insomma in tutti i racconti dedicati fino ad allora alla guerra partigiana, compresi quelli che aveva scritto lui stesso, Calvino sentiva che, come dire, mancava qualcosa: mancava un’opera che contenesse la Resistenza di dentro e di fuori, con tutti i suoi valori morali, la commozione e la furia. Fino a quel giorno dell’aprile del 1963 e a quel manoscritto ambientato nelle Langhe piemontesi.

L’Accademia dei Folli rende omaggio a questo straordinario romanzo alternando i momenti più significativi dell’opera di Fenoglio alle riflessioni di Calvino. Ad accompagnare le parole degli autori e dei personaggi, le canzoni della Resistenza suonate dal vivo: da Oltre il ponte dello stesso Calvino a Bella Ciao e Fischia il vento. Immancabile il finale con Over the rainbow, il primo disco che Milton regalò a Fulvia e che tradusse per lei, sulle cui note ballarono insieme infinite volte.

Lette le ultime righe di questo strano romanzo, dove a volte la Resistenza sembra un disturbo, un intralcio lungo il cammino di Milton, ancora Calvino scrisse: “Il libro che stavamo aspettando adesso c’è. Solo ora, grazie a Fenoglio, possiamo dire che una stagione è compiuta, solo ora possiamo essere certi che è veramente esistita”.

Over the rainbow

Tratto da Una questione privata di Beppe Fenoglio

Teatro Studio Bunker – Via Niccolò Paganini 0/200 Torino

Giovedì 21 aprile – ore 21

Venerdì 22 aprile – ore 19.30

Biglietti
intero 15€

Ridotto under 30 10€

Palazzo delle Feste – piazza Valle Stretta 1, Bardonecchia (To)

Sabato 23 aprile – ore 21

Biglietti
ingresso unico 6€

Sacrario del Martinetto – corso Svizzera 95, Torino

Lunedì 25 aprile – ore 11

Ingresso gratuito

con Enrico Dusio, Gianluca Gambino, Carlo Roncaglia, Giovanna Rossi

e con

Enrico De Lotto – contrabbasso

Andrea Cauduro – corde

musiche Accademia dei Folli

costumi ed elementi scenici Cecilia Chiaro

drammaturgia Emiliano Poddi

luci e fonica Andrea Cauduro

regia Carlo Roncaglia



In questo articolo: