Amnesty: l’Iran ha dato l’ordine di esecuzione di Ahmadreza Djalali

L’avvocata del ricercatore Ahmadreza Djalali ha appreso da poco che l’ordine di esecuzione è stato emesso e che l’impiccagione potrebbe aver luogo in tempi molto brevi.

Come anticipato pochi giorni fa da Amnesty International, le autorità iraniane hanno annunciato che, dopo oltre 2180 giorni di detenzione, intendono eseguire entro il 21 maggio la condanna a morte di Ahmadreza Djalali, il riceratore che per anni ha lavorato a Novara.

In questi giorni Amnesty continuerà, con una raccolta firme e con varie iniziative di piazza, a chidere di annullare la condanna a morte.



In questo articolo: