Ingorghi nel sottopasso di Corso Grosseto a Torino, assessora Foglietta: “Raddoppia la durata del verde”

Il primo giorno del sottopasso di Corso Grosseto che si collega con Corso Potenza a Torino non è stato un successo, lunghe code e ingorghi sono stati i protagonisti di questo primo giorno. In merito a questo l’assessora di Torino Chiara Foglietta è intervenuta in merito e ha esposto gli interventi del Comune.

“Ogni trasformazione viabilistica porta con sé un periodo di assestamento. Anche se questo non crea sollievo, è un assunto che dobbiamo tenere in considerazione.
Ciò detto, vorrei darvi due aggiornamenti sulla situazione.
Intanto, è vero, come Città abbiamo accolto con gioia la notizia del termine del cantiere del sottopasso di corso Grosseto, che protraendosi per più del previsto, aveva causato parecchi disagi. Un’opera che si unisce a diversi investimenti sull’area di Torino nord che in tanti attendevano.
Poi, vorrei dare qualche rassicurazione.
La Città si è messa a disposizione fin da subito della Regione e di SCR per andare a sistemare le problematiche emerse con l’apertura al traffico.
Iren è intervenuta tempestivamente per raddoppiare la durata del verde e sta monitorando l’andamento per trovare la tempistica semaforica corretta.
La Polizia municipale è presente nei sopralluoghi e per dare un aiuto a smaltire gli ingorghi.
Gli uffici della viabilità sono sul campo e tra le prime cose che evidenziano come problematica c’è il tentativo di svolta in via Lucento da parte di tanti utenti che prendono il sottopasso.
La questione è stata segnalata a SCR che deve implementare la segnaletica di preindirizzamento prima del sottopasso.
Sono in corso ulteriori accertamenti e presto anche io andrò a fare un sopralluogo”.



In questo articolo: