Asti, arrestato finto avvocato che si faceva consegnare soldi truffando No Vax

Il Gip del Tribunale di Asti ha fatto richiesta alla Procura diretta da Vincenzo Paone di arrestare Tommaso Rossini, 57 anni, domiciliato in Svizzera, con l’accusa di aver truffato alcune persone tra cui un astigiano facendosi trasferire i risparmi su un conto della Confederazione Elvetica.

Rossini avrebbe, secondo gli inquirenti, approcciato alcuni no vax su alcune pagine social complottiste e negazioniste del COVID-19 convincendoli che il governo Draghi avrebbe deciso di sequestrare i beni di coloro che non sono in possesso del green pass. L’accusato si sarebbe fatto passare per un avvocato per la causa anti-vaccinale e quindi disposto ad aiutare no vax a evitare il sequestro nascondendo i soldi in Svizzera.

Il reato contestato è di circonvenzione di incapace. Non ancora certa la somma complessiva del raggiro. La procura di Asti sta ancora cercando tutti i truffati, che possono rivolgersi alla polizia o alla guardia di finanza se nei mesi scorsi hanno consegnato somme di denaro a un presunto avvocato.