Torino: una Cittadella dello sport al parco del Meisino grazie ai fondi del PNRR

Grazie al progetto per la “Cittadella dello sport e dell’educazione ambientale” del Meisino, presentato nell’ambito del bando “Sport e inclusione sociale”, Torino ottiene 11,5 milioni di euro, erogati nell’ambito del PNRR dal nostro Governo.

“Un’ottima notizia per la nostra città: i fondi verranno utilizzati per un intervento di riqualificazione urbana dalla forte impronta ecologica, che prevede la creazione di un’area sportiva totalmente inclusiva nella zona nord della città e che per dimensioni e vocazione sarà di sicuro interesse anche per i comuni a nord di Torino”, ha dichiarato il sindaco di Torino, Lo Russo.

Un progetto che completa l’offerta torinese, guarda al futuro, alle esigenze della collettività e delle famiglie, inserendosi in una visione che punta a mettere a disposizione sempre più infrastrutture sociali, investendo su ambiti fondamentali per il benessere di cittadine e cittadini come sport e ambiente.

“L’obiettivo principale è realizzare un’area sportiva per tutti, totalmente inclusiva, accessibile e sicura”, spiega l’assessore comunale allo Sport e ai Grandi eventi, Domenico Caretta.

Tra le discipline che si potranno praticare: ciclocross, mountain bike, pump track, skiroll, biathlon, nordic ski (pista sintetica), arrampicata sportiva (lead e boulder), cricket e fitwalking cross.

I fondi serviranno anche alla riqualificazione e rigenerazione degli edifici esistenti nell’area dell’ex galoppatoio militare, ormai in stato di abbandono, per adibirli a sede del centro educativo sportivo e ambientale con locali di servizio, spogliatoi, riparazione e noleggio attrezzature, punto tappa ciclovia VenTO-Eurovelo 8, ristorazione e spazio incontri.



In questo articolo: