Juventus, chiesto il rinvio a giudizio per Agnelli, Nedved, Paratici, Arrivabene e altri 8

La procura di Torino ha chiesto il rinvio a giudizio di Andrea Agnelli e di altri 11 imputati (più la società Juventus) nell’ambito dell’inchiesta Prisma. Le accuse contestate dal procuratore aggiunto Marco Gianoglio e dai sostituti Mario Bendoni e Ciro Santoriello sono a vario titolo aggiotaggio informativo, false comunicazioni al mercato, falso in bilancio, false fatturazioni, e si riferiscono a tre annualità di esercizio, dal 2018 al 2020.

Con Andrea Agnelli il rinvio a giudizio è stato chiesto per l’ex vice presidente Pavel Nedved, l’ex direttore sportivo Fabio Paratici, l’ex amministratore delegato Maurizio Arrivabene e ancora Marco Re, Stefano Bertola, Stefano Cerrato, Cesare Gabasio, Francesco Roncaglio, Enrico Vellano, Stefania Boschetti e Roberto Grossi.

Gli indagati erano 15 (16 con la Juve). Sono quindi state stralciate le posizioni di Paolo Piccatti, Nicoletta Paracchini e Silvia Lirici.