I lavoratori di Celio incrociano le braccia domani 7 dicembre contro le chiusure dei negozi

Il giorno 7 dicembre 2022 i lavoratori di CELIO Italia si fermano e manifestano il loro disappunto, per la gestione del Gruppo Bonati. Il 25 novembre 2022 è stato dichiarato lo “stato di agitazione” per i punti vendita, ormai rimasti, dell’area Torino Metropolitana: Centro Commerciale LE FORNACI di Beinasco e Centro Commerciale LE GRU di Grugliasco. Purtroppo l’emorragia continua. IL 31 Dicembre 2022 chiuderà anche il fiore all’occhiello del marchio CELIO Italia, il punto vendita di Grugliasco “LE GRU”.

Vogliamo ricordare che da DICEMBRE 2021 a DICEMBRE 2022 sono stati chiusi:
– PUNTO VENDITA 8 GALLERY – TORINO
– PUNTO VENDITA di MONCALIERI
– PUNTO VENDITA “I VIALI” – NICHELINO
– PUNTO VENDITA “LE GRU” – GRUGLIASCO

La Fisascat Cisl Torino-Canavese è molto preoccupata per il futuro di questi lavoratori e contesta fortemente la conduzione di queste chiusure. I lavoratori non sono “prodotti in vendita” che possono essere trasferiti senza problemi su vari negozi nel territorio italiano. Il mercato della vendita al dettaglio è fortemente in crisi? Certo lo sappiamo benissimo, ma i problemi si affrontano con le istituzioni e nelle sedi opportune, non inducendo i dipendenti, che per anni hanno prestare servizio per questo marchio, a dimettersi poiché impossibilitati a lavorare a 200 km di distanza dalle proprie famiglie.

Adesso diciamo basta !!! CI FERMIAMO. Vogliamo dare evidenza a quanto sta capitando. Abbiamo deciso di trovarci tutti quanti il 7 dicembre davanti al Centro Commerciale “LE GRU” (ingresso lato NORD) dalle ore 11.00 alle ore 14.30.

Foto di Mohatatou CC BY-SA 4.0 International



In questo articolo: