Seguici su

Cronaca

Cavallo abbattuto a Piverone, l’Oipa dice stop all’uso di animali per trainare le carrozze

L’organizzazione chiede a Governo e Parlamento una riforma legislativa nazionale

Elena Prato

Pubblicato

il

TORINO – In seguito all’abbattimento del cavallo colpito questa mattina mentre stava trainando una carrozza turistica a Piverone, l’Organizzazione internazionale protezione animali (Oipa) ha deciso di chiedere formalmente al Comune e all’Area metropolitana se il cocchiere fosse in possesso di una regolare licenza.

 

In Italia, infatti, sono ormai poche decine i titolari di licenze, come fa notare l’Oipa; tuttavia, le Amministrazioni locali, senza una previsione nazionale, non possono abolirle. L’Oipa, da sempre impegnata nella battaglia per l’abolizione delle botticelle e di tutti i veicoli a trazione animale, torna dunque a chiedere a Governo e Parlamento una riforma legislativa nazionale, con l’obiettivo di vietare l’uso di animali per il traino di carrozze in strada, perché «La vita dei cavalli delle carrozze va tutelata e lo Stato deve fare la sua parte per difendere ogni animale in quanto essere senziente», come ricordato dall’organizzazione.

 

«È tempo di superare questa tradizione antiquata e invisa ai più», osserva il presidente dell’Oipa, Massimo Comparotto. «La riconversione di tali licenze sarebbe opportuna dal punto di vista etico, e rappresenterebbe anche un segnale di sensibilità ecologica laddove si passasse alla trazione elettrica, così come è stato fatto nella Reggia di Caserta dove, dopo la morte tragica di un cavallo nell’agosto del 2020 per fatica e caldo, si è deciso di adottare per il trasporto dei turisti una flottiglia di golfcar».

E tu cosa ne pensi?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *