Seguici su

Cronaca

Cavaglià, famiglia avvelenata da monossido di carbonio: grave un uomo

La causa è stata una perdita dall’impianto di riscaldamento in casa

Elena Prato

Pubblicato

il

Vigili del fuoco

CAVAGLIÀ – A Cavaglià, in provincia di Biella, una famiglia composta da marito, moglie e figlia, è rimasta avvelenata da monossido di carbonio. Le condizioni dell’uomo sono gravi: il 73enne, residente ad Alice Castello, è ricoverato in codice rosso in ospedale a Biella.

 

Anche la moglie e la figlia 36enne sono state ricoverate, ma presentano condizioni meno gravi. In seguito all’incidente, i Vigili del Fuoco hanno verificato che si è trattato di una perdita dall’impianto di riscaldamento, avvenuta nella casa della figlia, dove la famiglia si trovava riunita. L’abitazione è stata quindi messa sotto sequestro dai carabinieri.

E tu cosa ne pensi?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *