Seguici su

Cultura

Presentato il Prix Italia. A Torino dal 18 al 23 settembre tutto il meglio di tv, radio e web

Davide Mazzocco

Pubblicato

il

L’assessore alla Cultura di Torino Maurizio Braccialarghe lo aveva promesso circa un mese fa – “quest’autunno sotto la Mole avremo un evento alla settimana” – e proprio questa mattina è stata presentata la grande manifestazione che si svolgerà proprio nei primi giorni della nuova stagione, il Prix Italia. Per il terzo anno consecutivo la grande manifestazione internazionale che premia il meglio della produzione televisiva, radiofonica e (da quest’anno) web si svolgerà nei dintorni della sede Rai di via Verdi coinvolgendo il Teatro Gobetti, il Museo della Radio, il cinema Massimo e altre sedi nel raggio di poche centinaia di metri. Giovanna Milella, segretario generale del Prix Italia, ha spiegato come l’edizione di quest’anno sia contraddistinta da una piccola grande rivoluzione: “Oltre alla televisione e alla radio, quest’anno il Prix Italia apre anche al web, a tutti quei siti internet che propongono, al loro interno, contenuti audio e video. Ma ciò che più conta è come il Prix Italia non sia soltanto un prodotto per addetti ai lavori ma una manifestazione aperta al pubblico e alla città. In quest’ottica le proiezioni che avverranno al cinema Massimo dalle 16 alle 24 saranno una grande occasione per vedere alcuni fra i programmi più belli del mondo, assolutamente ‘invisibili’ altrove”. Auspicando che la kermesse (nata a Torino 63 anni fa) diventi “pezzo organico della politica culturale locale”, l’assessore Braccialarghe ha proposto che il capoluogo piemontese diventi sede stabile dell’evento. Una cosa è certa: anche nel 2012 il Prix Italia si svolgerà a Torino.

Quarantotto nazioni, 93 emittenti associate e ben 300 prodotti in concorso, questi i numeri della manifestazione che verrà aperta domenica 18 settembre, alle ore 21, con un Concerto di gala diretto dal maestro Juraj Valcuha. L’Orchestra sinfonica nazionale della Rai eseguirà brani di von Weber, Bizet, Bernstein, Mascagni e Strauss. Lunedì 19 settembre in prima nazionale Fanny Ardant, l’ultima musa di François Truffaut, offrirà al pubblico del teatro Gobetti un’intensa performance intitolata Navire Night, tratta da un testo di Marguerite Duras. Martedì 20 settembre sarà la giornata dedicata alla grande opera vista con gli occhi della televisione: un documentario su Luciano Pavarotti, l’eccezionale Tosca di Giuseppe Patroni Griffi, ideata e prodotta per la televisione da Andrea Andermann con la fotografia di Vittorio Storaro, dulcis in fundo La tragédie de Carmen con la regia di Peter Brook. Decisamente più “pop” la giornata di mercoledì 21 con due mostri sacri del nostro teatro che rifletteranno sul passato remoto e prossimo della Grande Madre Russia: Ottavia Piccolo darà voce e anima ad Anna Politovskaja. Il sangue e la neve e Marco Paolini a Il sergente. Ezio Guaitamacchi, con l’amichevole partecipazione del simpatico Massimo Ghini, si metterà sulle tracce di Jimi Hendrix, Janis Joplin, Jim Morrison, Elvis Presley e John Lennon, protagonisti di Delitti rock. Giovedì 22 settembre lo sport sarà protagonista con l’anteprima di Tiberio Mitri. Il campione e la miss, la fiction di Angelo Longoni interpretata da Luca Argentero e Martina Stella. Venerdì 23 settembre la chiusura all’Auditorium Toscanini con la premiazione dei vincitori della sessantatreesima edizione del concorso. Le giurie internazionali assegneranno 14 premi, 2 alla neonata sezione web: uno al miglior sito interattivo legato a un programma radiofonico e televisivo, l’altro al miglior contenuto generato dagli utenti.

Questa non è che una selezione dell’articolato cartellone che prevede, oltre alle proiezioni, reading, concerti, dibattiti e seminari. Per informazioni e per il programma dettagliato dell’evento: www.prixitalia.rai.it

Iscrivi al canale Quotidiano Piemontese su WhatsApp, segui la nostra pagina Facebook e continua a leggere Quotidiano Piemontese