Decine di No Tav occupano i binari di Porta Nuova. L’assessore Bonino: “Anarchici”

Hanno bloccato per poco meno di un’ora i binari di Torino Porta Nuova per protestare contro i recenti arresti di militanti No Tav. Decine di persone, che oltre a rivendicare la loro vicinanza a chi lotta contro l’Alta Velocità, hanno voluto esprimere solidarietà ai tanti pendolari che tutto l’anno (ma soprattutto in questi giorni di gelo) vivono situazioni di dsagio . Finora si sono beccati soltanto il rimbrotto un po’ stonato dell’assessore regionale ai Trasporti, la pidiellina Barbara Bonino: “I pendolari non sentivano certo il bisogno di sopportare ulteriori, ed inutili, ritardi a causa di qualche anarchico che agita le bandiere No Tav”.

La protesta è andata in scena ieri dalle 18 alle 19 circa: a rimanere bloccati tre Frecciarossa, un Frecciabianca e sette treni regionali. La Polfer ha identificato in tutto 34 persone, tra militanti del mondo dell’antagonismo torinese e semplici cittadini solidali con la protesta dei valsusini.

LA VISITA EUROPEA. Ieri è arrivata la notizia che una delegazione di parlamentari europei sarà in Val di Susa il 9 e il 10 febbraio “per acquisire informazioni sugli sviluppi della realizzazione della linea ferroviaria Torino-Lione”. Gli europarlamentari prenderanno parte a un incontro con la cittadinanza a Bussoleno la sera del 9, e il 10 visiteranno l’area di Chiomonte in cui sono previsti i lavori per il tunnel preparatorio.

IL CONCERTO. Nel frattempo anche tra i No Tav il gelo ha fatto le sue “vittime”: oggi era previsto il concerto di solidarietà davanti al carcere delle Vallette dei due frontman dei 99 Posse e degli Assalti frontali, ‘O Zulù Luca Persico e Militant A. Il primo si è visto però costretto a rinunciare causa neve, lasciando così il palco tutto per il leader degli Assalti Frontali. Appuntamento alle 17.30, insieme ai torinesi di ‘Madò che Crew’ e a Dj Sakko, “per far sentire – si legge in una nota del movimento – il ritmo e la voce della solidarietà ai No Tav incarcerati e per chiederne l’immediata liberazione”.

Guarda il concerto in streaming