Al Sacro Monte Calvario di Domodossola arriva l’arte contemporanea

cartelloSabato 15 al Sacro Monte Calvario di Domodossola è stata presentata la mostra dei bozzetti delle opere di arte contemporanea che saranno allestite lungo il percorso tra Piemonte e Svizzera dedicato a Geo Chavez.  La mostra è una delle tante che verranno allestite in tutti i comuni che partecipano all’iniziativa, lungo il percorso che il famoso aviatore di origine peruviana fece all’inizio dello scorso secolo per valicare le alpi con un velivolo per la prima volta nella storia.

Tra Domodossola e Briga,in 8 diversi comuni,  verranno realizzate ben 13 opere, lungo un unico percorso outdoor  che sarà completato a partire dalla fine di ottobre. Ogni opera è stata realizzata pensando alla figura di Chavez, agli ideali che lo hanno portato a realizzare le sue grandi imprese e a ciò che la sua vita rappresenta al giorno d’oggi. Inoltre, le opere di arte contemporanea sono state realizzate per essere incorporate in modo consono con il paesaggio e il territorio. Saranno disponibili guide e cartine per seguire il percorso della mostra d’arte , la seconda al mondo che per essere vista per intero è necessario passare il confine tra due Stati.

[imagebrowser id=420]

Al Vernissage di presentazione della mostra dei bozzetti erano presenti molte autorità, tra cui il senatore Walter Zanetta che si è detto “soddisfatto per la possibilità di valorizzare culturalmente in territorio dell’Ossola”. Erano inoltre presenti Michele Marinello del Consiglio Regionale felice per la riuscita dell’opera e del buon uso dei finanziamenti europei per la cultura, l’Assessore alla cultura della Provincia del VCO Claudio Cottini,il presidente del Distretto Turistico Laghi e Monti Antonio Longo Dorni, la presidente del GAL Maria Lorenzoni e i rappresentanti dei Comuni coinvolti nel progetto.

La presentazione della mostra e dei bozzetti  è stata curata da Paolo Lampugnani, presidente dell’Associazione Musei Ossola , che è anche l’ante che maggiormente ha lavorato per la realizzazione di questo ambizioso progetto, difficile sia per la complessità dell’opera ma sopratutto per le implicazioni che comporta:  mettere d’accordo enti locali, enti statali, artisti, commissioni, opinione pubblica e molto altro ancora è stata la vera impresa da realizzare per portare a termine questo percorso.