Una giornata sui sentieri della Sacra di San Michele

La Sacra di San Michele e la sua montagna, il Pirchiriano: un ambiente straordinario, circondato da una preziosa collana di centri storici. Un patrimonio accessibile grazie alla millenaria rete di percorsi ed una emozionante Via ferrata: splendida opportunità per salire all’Abbazia in modo ecologico e sportivo, a piedi, in bici, a cavallo o arrampicando. Sabato 6 ottobre sarà l’occasione per conoscere una montagna sorta dalle profondità della Terra, per toccare mura fatte da rocce marine, per apprezzare i colori e i profumi del bosco, dove non è raro imbattersi nei camosci più “bassi” di tutte le Alpi, a soli 20 km in linea d’aria da Torino.

Alle ore 12,30, i gazebo della Comunità Montana Valle di Susa e Val Sangone e dei Comuni di Almese, Avigliana, Chiusa San Michele, S.Ambrogio, Vaie e Valgioie, accoglieranno il pubblico per una degustazione di prodotti tipici ed un pic nic allietato dalla musica e dalle danze de “Lì Brucaté”. Alle ore 14.30: visita geologica guidata della Cava d’Andrade, la cava della Sacra, con dimostrazione della scultura della pietra verde, a cura di Gianni Boschis e Frans Ferzini. I partecipanti potranno effettuare una visita della Sacra con ingresso scontato. In caso di maltempo il percorso sarà ridotto con partenza dall’abitato di S.Pietro alle ore 11,30.

Orari e luoghi di ritrovo e partenza dai diversi comuni:

Almese: in bici, ore 9 dal Municipio

Avigliana: in bici, ore 9,20 dall’Edicola presso la Stazione ferroviaria

Chiusa San Michele: a piedi e con gli asini, ore 10 da Piazza della Repubblica

S.Ambrogio: a piedi e con gli asini, ore 10 dal Municipio

Vaie: in MTB, ore 9,30 da Piazza del Priore

Valgioie: a piedi, ore 10 dal punto informativo di Borgata Chiodrero

Via Ferrata: ore 8,30, solo su prenotazione* e con attrezzatura alpinistica



In questo articolo: