Calciomercato: il Toro ha preso Barreto

barretoIl Torino F.C. ha acquistato, in compartecipazione dall’Udinese, l’attaccante Vitor Barreto a lungo inseguito in estate e pupillo dell’allenatore Giampiero Ventura. Secondo quanto riferito da alcuni organi di informazione vicini al club granata, il Torino ha versato nelle casse friulane quasi 2 milioni di euro per la metà del cartellino. Il giocatore, che prende il posto di Alessandro Sgrigna passato in settimana al Verona, guadagnerà mezzo milione di euro. Un investimento importante per il presidente Cairo che spera il giocatore torni a segnare con il Toro quanto fece agli ordini di Ventura nei due anni passati insieme al Bari quando realizzò 37 reti in 63 partite fra serie B e A. Intanto le trattative proseguono…

Dopo la cessione di Sgrigna e del terzino Alessandro Agostini in serie B al Verona, il club granata ha cercato di definire con la Sampdoria lo scambio fra Sansone e Pozzi.

La trattativa, è notizia di oggi, pare però essersi arenata per la differente valutazione dei due giocatori data dai due club. Per cui se, da un lato, il mister granata Giampiero Ventura riabbraccia un suo pupillo, dall’altro i tifosi sorridono perchè hanno eletto da tempo Sansone a loro beniamino.

Dal canto suo Barreto arriva in granata con addosso due situazioni “scomode”. Da un lato è un conclamato pupillo di Ventura, come Meggiorini, Cerci, Vives, Gazzi e Gillet che già li aveva allenati con ottimi risultati a Bari.

Dall’altro con gli ultimi due giocatori è stato coinvolto nel calcio scommesse. Però, a differenza di Gillet che ha ricevuto un avviso di garanzia, e al pari di Gazzi, Barreto potrebbe rischiare in sede di giustizia sportiva l’accusa  di omessa denuncia, che comporta, in caso di condanna, la squalifica di sei mesi (quattro se si patteggia).

Intanto domenica, all’ora di pranzo, è previsto il match con il Siena, diretto concorrente alla salvezza, in cui milita l’ex-capitano Alessandro Rosina insieme a Dario Vergassola e a Matteo Rubin e che ha ceduto al Napoli, nelle scorse ore, l’attaccante Emanuele Calaiò, ex-granata che di fatto ha chiuso a Rolando Bianchi le porte del club partenopeo.



In questo articolo: