Seguici su

Cultura

Un volto misterioso appare a colpi di scalpello in via Nizza a Torino, la firma è di Vhils

Avatar

Pubblicato

il

vhils-torinoSe vi capita di passare in via Nizza a Torino, date uno sguardo in alto quando arrivate al numero civico 50. Sulla parete di un condominio qualunque vedrete spiccare un volto enorme. Non è una pubblicità, non è una stampa, è un bassorilievo scalpellato colpetto dopo colpetto da uno dei più grandi artisti mondiali della specialità: Vhils. L’artista, portoghese, che si chiama in realtà Alexandre Farto, ha scelto Torino per la sua nuova installazione. Ha individuato il muro più adatto e si è accordato con i condomini per la realizzazione, senza chiedere in cambio alcun compenso. Ed ora il condomino ha sulla sua parete laterale un’opera d’arte di valore immenso, un bassorilievo moderno che bisognerà in qualche modo preservare. Chi rappresenta il volto scalpellato da Vhils? Assolutamente nessuno di famoso: semplicemente una persona incontrata durante un viaggio in Messico.
Nella fotogallery qui sotto l’artista al lavoro davanti alla sua opera.

[imagebrowser id=722]