Attivisti No Tav condannati a risarcire Ltf per occupazione dei terreni nel 2010

notav-logoQuasi 200 mila euro a Ltf a titolo di risarcimento. E’ la cifra che il leader No Tav, Alberto Perino, il primo cittadino di San Didero, Loredana Bellone, e il vicesindaco dello stesso Comune, Giorgio Vair, sono stati condannati a pagare dal tribunale civile di Torino (sezione di Susa) per aver ostacolato con un’occupazione dei terreni, nel gennaio 2010, il sondaggio ”S 68” per la Tav in località Traduerivi a Susa. A comunicarlo è la stessa Ltf, società responsabile della sezione transfrontaliera della nuova linea ferroviaria Torino-Lione, che aveva intentato una causa civile nei confronti degli esponenti del movimento No Tav che avevano partecipato all’azione.



In questo articolo: