Ore di passione per il Museo dello Sport di Torino, si tentano diverse strade per evitarne la chiusura

museo-sportIl Museo dello Sport di Torino sta vivendo giorni fondamentali per il suo futuro rischiando la chiusura. Si stanno susseguendo degli ncontri in serie   con le Istituzioni Comunali e Sportive con un sopralluogo della V Commissione del Consiglio Comunale , una  riunione con l’Assessorato dello Sport e lìincontro con la Presidenza del Coni Regionale che chiuderà i tentavi di risolvere le cose il 28 febbraio. Per  il Presidente Onorato Arisi,“Saranno tre incontri che serviranno, si augura  a comprendere la reale volontà da parte delle Istituzioni di non perdere il primo ed unico Museo in Italia dedicato a tutti gli sport proprio pochi mesi prima di Torino Capitale Europea dello Sport. E’ l’ultima chiamata per un atto di grande partecipazione , anche solo per vedere un Museo che rimarrà unico ed irripetibile. Chiediamo a Torino un sussulto, una dimostrazione di vitalità e di orgoglio, troppo spesso le cose nascono a Torino e poi se ne vanno, perché ? A soli quattordici mesi dalla sua inaugurazione il 28 febbraio sarà l’ultimo giorno di apertura.  Non chiedo soldi  ma un aiuto al Comune, che si era impegnato ad appoggiare le nostre iniziative, a promuoverle tra le scuole e con la cartellonistica dedicata ai turisti e a legare il museo alla campagna di comunicazione di Torino 2015 Capitale dello Sport. Tutte cose che non ha fatto. Pochi sanno che esistiamo:  in un anno ci sono stati soltanto 6000 visitatori, contro i 25 mila che si era prefissato come obbiettivo. Pensavo che sull’onda di Torino 2006 fosse possibile avere quel risultato, anche grazie alle scuole. Ma anche con questo c’è stato poco da fare. Le difficoltà economiche sono gravi

La città ha concesso i locali in cambio di un affitto di 36mila euro l’anno e del 10 per cento sugli incassi dei biglietti. Il comune sembra non voglia fare sconti sull’affitto, resta l’amaro in bocca a pensare che in altre strutture amiche dell’amministrazione in passato addirittura nessuno abbia pagato l’affito. I consiglieri comunali stanno pensando a una mozione per impegnare l’amministrazione a dare maggiore sostegno al museo. Il problema  problema pazzesco è che il museo resta chiuso durante le partire allo Stadio Olimpico: se il museo potesse aprire in quelle circostanze sarebbe tutto più facile.