Papa Francesco parla in piemontese! ”Non fate solo la mugna quacia, la faccetta ingenua”

papa-francescoChe il sommo pontefice della Chiesa Cattolica abbia origini piemontesi, è cosa nota a tutti. Ma che addirittura non abbia dimenticato la lingua in cui si esprimevano i suoi genitori, questo forse lo immaginavano in pochi. Invece stamattina, nell’udienza generale tenutasi in piazza San Pietro, papa Francesco si è espresso proprio in piemontese. “Il dono della pietà” stava argomentando “non si identifica con l’avere compassione di qualcuno, ma indica la nostra appartenenza a Dio. Alcuni pensano che avere pietà è stringere gli occhi, fare una faccia particolare, imitate le immagini dei santi”.

E invece… “E invece no, questa non è pieta; noi in piemontese diciamo ‘‘mugna quacia”, cioè faccetta ingenua, ma non è pietà. La pietà è in una relazione vissuta col cuore”, ha chiosato poi Jorge Mario Bergoglio, figlio di Mario e di Regina Sivori, residenti in una frazione di Portacomaro (provincia di Asti) dove tutt’ora vivono alcuni suoi consanguinei. Un piemontese forse “ispanizzato” dal tempo, il suo, ma tant’é: quel che conta è significato, quello religioso ma anche quello che riguarda il Piemonte, perchèoltre all’utilizzo della lingua, anche quello spontaneo “noi”, riferito ai piemontesi, dice come in papa Francesco, e in generale negli immigrati in Argentina, non si sia mai spezzato il legame con la terra d’origine.

Il video del Papa