Risaie e boschi all’asta: Mandello (No) guadagnerà mezzo milione di euro

Ridimensiona-diDSCF0592Mandello Vitta (No) conta appena 250 abitanti, ma nei prossimi mesi potrebbe guadagnare qualcosa come mezzo milione di euro. Il Comune, infatti, in periodo di crisi, ha deciso di mettere all’asta 140mila metri quadri di terreni atti alla semina e, secondo i calcoli del sindaco, Aldo Pastore, potrebbe incassare circa 482.012 euro. Non una vendita diretta, ma un’asta con tanto di bando di gara che verrà presentato entro fine anno: “Il Comune attualmente percepisce 12 mila euro di affitti per quei terreni – spiega il sindaco -. E’ una buona rendita che non ha però

le caratteristiche della costanza essendo i canoni concordati con le associazioni agricole di categoria e in tendenziale regresso”. Da qui l’idea di vendere gran parte degli appezzamenti che circondano il paese, che saranno proposti al prezzo definito dalla rendita catastale. Si tratta di terreni censiti come seminativi, bosco ceduo, prato, bosco alto, seminativo arborato; in poche parole, campi che fanno gola agli stessi agricoltori che li coltivano attualmente e che probabilmente saranno i primi ad interessarsi all’asta. Pastore ha anche già individuato la destinazione del futuro ricavato: “Verrà riorganizzata e ampliata la piattaforma dell’isola ecologica che sorge in zona Baraggia, non lontano dal cimitero”.
Lo stesso capoluogo di provincia, Novara, ha parecchi immobili in vendita, mentre è notizia di ieri che Vercelli ha emesso il bando d’asta per la sede della presidenza.



In questo articolo: