Il ciclista Fabio Aru si allena in Val Susa per preparare la Vuelta spagnola

1024px-Österreich-Rundfahrt_2013_Wien_24_Fabio_AruHa solo 24 anni ed è il futuro del ciclismo italiano. Fabio Aru arriva dalla Sardegna, ma con il Piemonte ha un rapporto speciale. L’anno scorso gli ha portato fortuna in vista del Giro d’Italia, chiuso al terzo posto, e ora, in vista della Vuelta spagnola, ci riprova. Fabio Aru si sta allenando in Val di Susa, parte tutti i giorni da Sestriere (dove vive la fidanzata) e scala le montagne nei dintorni: “Da Sestriere scendo verso la Val Susa e faccio salite come Mocchie, Cravotto, il Moncenisio. Altre volte mi dirigo in Francia dal Monginevro per scalare il Granon, il Galibeir, il Lautaret e rientrare poi con l’ultima scalata a Sestriere. Ho fatto anche

diverse volte il Colle delle Finestre, è una salita abbastanza dura con gli ultimi chilometri in sterrato che sono molto spettacolari ed impegnativi”. Fabio fa parte della scuderia dell’Astana e in questo agosto climaticamente bizzarro, non si risparmia di certo. L’obiettivo è fare bene nella competizione spagnola: “Mi alleno in bici dalle due alle sette ore al giorno e, visto che venire qui prima del Giro d’Italia mi ha portato bene, ho deciso di tornare in vista della Vuelta”. Il ciclista incontrerà i tifosi domenica 17 agosto alle 21 al cinema Fraiteve di Sestriere, poi direttamente la partenza verso la Spagna, dove si correrà dal 23 agosto al 14 settembre. Un in bocca al lupo da tutti i piemontesi.