Seguici su

Ambiente

Chiuse le indagini sulle morti per mesotelioma pleurico all’Olivetti, De Benedetti e Passera tra gli indagati

Avatar

Pubblicato

il

corrado-passeraChiuse le indagini sulle morti per mesotelioma pleurico all’Olivetti di Ivrea. Ci sono voluti trent’anni di indagini ma ora si arriva alla chiusra delle indagini e si va verso il processo. Sono 39 gli indagati e fra loro ci sono anche Carlo e Franco De Benedetti, il figlio di Carlo, Rodolfo De Benedetti e Corrado Passera. Inoltre figurano nel registro degli indagati tutti i dirigenti che fra gli anni Sessanta e metà anni Novanta hanno occupato cariche dirigenziali e di vertice all’interno dell’Olivetti a Ivrea. Per tutti il capo di imputazione è omicidio colposo. Una ventina i morti per mesotelioma pleurico che nei trent’anni ai quali l’inchiesta si riferisce avevano lavorato negli stabilimenti di Ivrea.

I magistrati hanno sottolineato nel loro rapporto che Olivetti istituì nel 1974 una Commissione permanente Ecologia e ambiente, ma che la portata del rischio legato alla presenza dell’amianto sia nei locali che nel talco adoperato per la produzione fu rilevata solo in anni successivi e che ci sono stati troppi ritardi nella prevenzione delle malattie professionali da parte dei responsabili dell’Olivetti e delle società collegate con la la mancata informazione ai lavoratori, l’assenza di mezzi di protezione personali, l’insufficienza degli interventi di manutenzione degli edifici.

Un portavoce di Carlo De Benedetti, dopo la notizia ha voluto precisare che:  “Carlo De Benedetti ribadisce con forza la propria totale estraneità ai fatti contestati e attende con fiducia le prossime fasi del procedimento”

 

Iscrivi al canale Quotidiano Piemontese su WhatsApp, segui la nostra pagina Facebook e continua a leggere Quotidiano Piemontese