Torino, approvata la mozione per cedere a Cairo lo Stadio Olimpico e la circostante area Combi

Stadio-Olimpico-TorinoNessun rappresentante del Torino al recente (settimana scorsa) incontro in Comune sul destino dello Stadio Olimpico e dell’area attigua, come del resto neppure alla presentazione del progetto preliminare del nuovo Filadelfia. Il club di Urbano Cairo lancia comunque messaggi forti, con la propria assenza: messaggi di disimpegno, ossia in direzione opposta rispetto a quella volontà del consiglio comunale di Torino di “costringere” la dirigenza granata a considerare – per lo meno – l’idea di un investimento. Passaggio comunque importante quello avvenuto oggi in Sala Rossa: è stata infatti approvata la mozione con gli indirizzi per la cessione dello stadio e degli spazi circostanti al Torino Fc, con la quale si garantisce anche il mantenimento delle attuali condizioni d’affitto solo fino al 31 dicembre p.v., termine oltre il quale il club granata potrebbe anche trovarsi senza stadio.

“Il nuovo modello di contratto potrebbe essere – si legge nella nota del Comune – una concessione con approvazione del Consiglio comunale o, preferibilmente, sul modello di quanto già stipulato con la società Juventus FC, un trasferimento di proprietà dello stadio al Torino FC nell’ambito di un’operazione urbanistica ad ampio respiro che comprenda anche l’area ex Combi.
La mozione chiede anche che, in caso di mancato raggiungimento di un accordo, dal 1° gennaio 2015 vengano applicate, temporaneamente, le tariffe applicate per il noleggio dello stadio in occasione di manifestazioni sportive o di spettacolo”.

Chissà se e quando arriverà in merito anche il pronunciamento del soggetto interessato, il Torino Fc di Urbano Cairo.