Continuano le ricerche di Beppe Marchetti attorno a Sasso Marconi, due donne dicono di averlo visto domenica pomeriggio

beppe-marchetti-chilavistoSono ripartite nel bolognese le ricerche di Beppe Marchetti, scomparso da sabato 15 novembre Beppe Marchetti è una figura molto nota nel mondo della cultura torinese come titolare della libreria-caffè letterario Luna’s Torta, in San Salvario. Sabato sera Marchetti era stato alla festa di matrimonio di un amico nell’agriturismo di Mongardino, a una decina di chilometri sopra Sasso Marconi, poi è sparito. Nella notte di sabato avrebbe dovuto pernottare nell’Appennino bolognese per poi ripartire domenica mattina e tornare in Piemonte. Domenica avrebbe dovuto lavorare nella sua libreria ma nessuno l’ha visto. Le sue tracce si perdono nel corso della notte dopo la festa di matrimonio. Secondo 2 persone domenica pomeriggio sarebbe stato visto nella zona di Sasso Marconi.

Ad alcuni con cui parlato Marchetti ha detto di voler andare a piedi a Bologna dato che non disponeva di una automobile, per non correre il rischio di restare addormentato la mattina successiva. A una ragazza avrebbe confidato che si sentiva triste e solo, che voleva tornare a piedi fino a Bologna con il suo zaino. All’agriturismo non l’ha visto più nessuno e nella sua stanza non è rientrato. Il suo cellulare risulta staccato da domenica mattina.  Sono stati tracciati i tabulati del telefono di Marchetti, che risulta spento dalle prime ore del mattino di domenica, l’ultima cella agganciata è tra i comuni di Sasso Marconi e Savigno.

C’è stata una prima segnalazione utile da parte di due donne lo avrebbero visto domenica pomeriggio, poco prima delle 16.30, mentre camminava verso Marzabotto. Le donne lo hanno descritto dettagliatamente nell’abbigliamento e nel colore dello zaino e per il soccorso alpino di Badolo e i Carabinieri che stanno coordinando le ricerche la segnalazione sembra attendibile.Gli amici stanno usando anche la sua pagina Facebook per scambiarsi informazioni e contatti per cercare di capire dove possa essere finito Beppe.

I familiari hanno presentato lunedì 18 novembre la denuncia di scomparsa ai Carabinieri della stazione di San Salvario, a Torino, mentre a Sasso Marconi  sono continuate le ricerche da parte degli amici, a cui si è aggiunta una squadra del soccorso alpino con i cani e l’utilizzo di un elicottero. I Carabinieri stanno cercando di capire se il suo cellulare, prima di spegnersi, ha agganciato una cella telefonica.

La sua scomparsa è stata segnalata anche sul sito di Chi l’ha visto, la sua descrizione è di un metro e 70 di altezza, capelli rasati e occhi castani con abbigliamento giacca grigia di lana, camicia a quadri bianca e azzurra, t-shirt rossa, jeans, zainetto rosso morbido.



In questo articolo: