Mirafiori Luna Park, opera prima del torinese Stefano di Polito, conquista il TFF con l’omaggio agli operai che non ci sono più

mirafiori-lunapark-officinaGrande successo al Torino Film Festival per l’anteprima di un film che nasce a Torino e racconta Torino. Si tratta di Mirafiori Luna Park, dell’esordiente regista torinese Stefano di Polito, il racconto di uno dei quartieri più storici di Torino: Mirafiori. Il film è stato girato nel quartiere di Mirafiori, negli ex capannoni della FiatEngineering e ha come protagonisti  Alessandro Haber, Antonio Catania e Giorgio Colangeli, che interpretano tre pensionati, ex operai allo stabilimento della Fiat, che sognano di trasformare la fabbrica abbandonata in un luna park, per restituirla ai bambini ed alla collettività. Racconta il regista Stefano Di Polito: “E’ una commedia amara, che vuol rendere omaggio non solo agli operai della Fiat, ma a tutti i lavoratori.

Il film è una favola che poi è il genere migliore per raccontare gli incubi. Attorno a questa favola ci sono contenuti urgenti che sono quelli della perdita del lavoro, della dignità e delle diseguaglianze sociali”. Il film è stato prodotto da Mimmo Calopresti con Rai Cinema. Secondo Calopresti: “Non è un film nostalgico ma l’omaggio a una generazione e a un mondo di valori oggi molto lontani”.

La conferenza stampa di Mirafiori Luna Park

Il trailer di Mirafiori Luna Park



In questo articolo: