L’incubo dei botti a Capodanno, appello di un ragazzo disabile di Santhià

10392625_10202125007286939_9172316258717495497_nNonostante sia sulla sedia a rotelle, Marco Bedon è un grande appassionato di sport: tifa Pro Vercelli e Juventus nel calcio, Angelico Biella nel basket, ama il campione di ciclismo Nibali e segue le imprese di tanti altri sportivi. Marco Bedon ha 30 anni, vive a Santhià ed ha un unico problema: Capodanno. Come racconta sulle colonne de La Stampa, soffre di ansia già nei giorni precedenti e al momento dei botti ha dei veri e propri attacchi di panico che lo hanno costretto a recarsi anche in Pronto Soccorso. Vive in centro e per questo nel piazzale sotto casa spesso la gente si raduna per sparare petardi e fuochi d’artificio, terrorizzandolo e obbligandolo a ricorrere ai sedativi. Per questo motivo il giovane ha lanciato un appello su Facebook ai suoi concittadini, chiedendo di evitare i botti di Capodanno. Un’iniziativa già sottoscritta da molti Comuni per tutelare cani e gatti spaventati dai forti rumori, ma che potrebbe rendere buono l’inizio del 2015 anche a Marco.