For.Movie, il sistema cinema di Torino insegna a fare cinema nelle scuole primarie e secondarie

film-commission-torino-piemontePrende il via For.Movie, progetto educativo e didattico pensato dalla Film Commission e realizzato grazie alla sinergia di praticamente tutte le realtà legate al cinema del territorio torinese. L’obiettivo è quello di avvicinare al mondo del cinema, teorico ma soprattutto pratico, i ragazzi delle scuole primarie e secondarie. Al progetto prendono parte Accademia Albertina, Aiace Torino, Film Commission Torino Piemonte, Museo nazionale del Cinema, Scuola Holden e Dams. Ognuno di questi attori si occuperà di una parte della struttura educativa. In tutto siamo di fronte ad un modulo di 30 ore lavorative, divise in sottomoduli da 6 ore ciascuno. La divisione dei compiti educativi è fatta naturalmente per competenze e la classi partecipanti passseranno da un insegnante all’altro realizzando nel corso del progetto un cortometraggio di 3-5 minuti. Si comincia con Aiace, che si occuperà di far capire ai ragazzi la differenza tra l’essere uno spettatore cinematografico passivo ed uno attivo fino alla realizzazione del decupage del film. La scuola Holden insegnerà invece a trasformare un soggetto in sceneggiatura. Al Museo del cinema toccherà il compito di spiegare come funziona la struttura realizzativa di un film, e di portare il lavoro fino alla realizzazione dello storyboard. Poi si andrà sul set vero e proprio e sarà il turno della Accademia Albertina, dove i ragazzi avranno a che fare con scene, costumi e il vero e proprio set del loro cortometraggio. Infine toccherà al Dams chiudere il ciclo con il montaggio del film.
Insomma il tanto chicchierato Sistema cinema torinese questa volta (ma non è l’unica) dimostra davvero di saper agire in sinergia.
For.Movie comincia il 29 gennaio con una classe quinta della scuola primaria Coppino-Rignon e il 3 febbraio con una classe terza della scuola secondaria di primo grado revel-Meucci.
Si tratta di un progetto a budget zero, nel senso che i vari enti partecipanti all’iniziativa presteranno la propria opera e le proprie competenze gratuitamente con l’ìunico obiettivo di accrescere la cultura nei giovani torinesi, creare competenze e sviluppare l’amore per il cinema.