La Corte dei Conti condanna Giovine a risarcire 136mila euro alla Regione

Michele Giovine dovrà risarcire la Regione Piemonte per gli ormai noti ‘rimborsi facili’. Lo ha stabilito la Corte dei Conti del Piemonte che ha condannato l’ex consigliere regionale eletto con la lista ‘Pensionati per Cota’ nella passata legislatura, a risarcire l’Ente con la somma di 136mila euro. Sono quindi state accolte quasi totalmente, dai giudici presieduti da Giovanni Coppola, le richieste che il pubblico ministero Giancarlo Astegiano aveva formulato e che ammontavano a 157mila euro. Nell’elenco delle spese contestate e che il consigliere aveva messo in conto e si era fatto rimborsare, risultavano anche centri estetici, opere liriche, multe e conti in night club.