La Regione modifica la legge: Uber è illegale e gli autisti fermati potranno essere sanzionati

La Regione Piemonte fa un passo avanti (o indietro, dipende dai punti di vista) nella questione che riguarda l’utilizzo di Uber – già vietato da qualche settimana dopo l’intervento del giudice – e quindi del trasporto alternativo al taxi. Questa mattina, infatti, il Consiglio regionale (in commissione) ha approvato una norma proposta da Forza Italia e fatta propria dalla maggioranza guidata dal presidente Sergio Chiamparino, che modifica la legge regionale in materia di trasporto a pagamento su chiamata rendendo illegale il trasporto da parte dei non tassisti o autisti di Ncc (noleggio con conducente): ora i vigili avranno un appiglio legale per sanzionare i trasgressori, cosa prima non possibile. Il proponente della norma, Gian Luca Vignale, avrebbe voluto inserire anche sanzioni fino 30 mila euro per i gestori degli eventuali servizi attivati in spregio a questa regola, ma si ritiene comunque soddisfatto per il passo decisivo compiuto.