Disabilità, in arrivo 710mila euro dalla fondazione Crt per l’inclusione dei bambini nei nidi e nelle materne

710mila euro. E’ quanto la fondazione Crt ha stanziato a favore della città di Torino per l’inclusione dei bambini con disabilità nei nidi e nelle materne. Il contributo serve a potenziare le attività per i bambini (da 0 a 6 anni) con deficit intellettivo, fisico, sindromi genetiche o autismo, accompagnandoli nel loro percorso di crescita educativa.

Fondi che serviranno ad intensificare attività quali apprendimento del braille, al “lavoro” in piccoli gruppi; dall’applicazione pedagogica del metodo utilizzato in terapia nel caso dell’autismo, alle strategie inclusive di gestione dei problemi di comportamento; dallo sviluppo delle capacità motorie a quelle legate alla comunicazione.

Un sostegno che, secondo Massimo Lapucci, segretario generale della fondazione Crt “rafforza ulteriormente il legame con il sistema educativo cittadino 0-6 anni, migliorando il contesto e l’ambiente scolastico che è tra i più importanti spazi di inclusione dei nostri cittadini più piccoli. Perché una buona scuola è la scuola di tutti”.

D’accordo con Lapucci anche il sindaco Piero Fassino che ha sottolineato che “a partire dalla scuola dell’infanzia, eliminare ogni forma di barriera, sia essa architettonica, culturale, relazionale o didattica, rappresenta una delle priorità per i nostri servizi educativi.  l sostegno finanziario della Fondazione CRT – conclude Fassino – ci aiuta a perseguire questo obiettivo, contribuendo ad assicurare, in asili nido e materne cittadine, l’organizzazione di quelle attività ludiche e didattiche importanti nel processo di crescita dei bambini con disabilità”.

 

 

 

 



In questo articolo: