Dove si trovano le panchine rosse contro la violenza sulle donne a Torino

Dove si trovano le 21 panchine rosse contro la violenza sulle donne a Torino? Il progetto ha preso il via dalla circoscrizione 6, insieme alla collaborazione del Comitato pari opportunità Rai Torino Slc e altre realtà del territorio tra cui Acmos.

Le ‘Panchine rosse’ simbolo delle donne vittime di violenza, diventano l’emblema universale del “posto occupato” da una donna vittima di femminicidio, il segno tangibile di una mancanza causata dalla violenza che finisce open air, nel mondo: in un giardino, davanti ad un portone, all’interno di un campus universitario, in faccia a un museo.

Dipinte dal writer Torinese Karim Cherif, Sono sparse nel territorio torinese.
Le ‘Panchine rosse’ oltre ad essere una denuncia del femminicidio, vogliono stimolare un confronto e una riflessione sulla violenza e sui cambiamenti culturali necessari per sconfiggerla, inducono i cittadini a fermarsi, a non dimenticare e a mantenere alta l’allerta.
Il writer Karim Cherif ha progettato il bozzetto e realizzato la prima panchina, che si trova nel parco di via San Gaetano da Thiene. A supportarlo operativamente nella realizzazione delle altre dieci panchine (in totale nel quartiere ne sono state sistemate 11) un gruppo di studenti delle scuole superiori presenti nella Circoscrizione 6.

Da lì il progetto si è allargato ad altre circoscrizioni ed ora le panchine rosse si trovano:

Circoscrizione 6: via alla Chiesa – via San Gaetano da Thiene (fronte Ecomuseo); giardino Giuseppe Saragat (ex Ceat); giardino Peppino Impastato; strada san Mauro tra i civici 34 e 42; via delle Betulle; via degli Ulivi; piazza Sofia; via Scotellaro (area gioco); piazza Rostagni; piazza Bottesini; via san Benigno 22 (fronte Circoscrizione).

Circoscrizione 7: Campus Luigi Einaudi.

Circoscrizione 3: Area giochi del giardino Italo Calvino (fra le vie Val Lagarina, Don Michele Rua, Chanoux e Vandalico); Piscina Trecate; Area giochi giardino Vittime del Femminicidio (fra le vie Cirenaica, Postumia, Chambery e Col Di Lana); Parco Ruffini (corso D’Albertis – fronte scuola elementare Dal Piaz); Area giochi davanti alla Fondazione Merz (via Pollenzo angolo via Caraglio); giardino via Ozieri (angolo via Monginevro);; Giardino Braccini (fra via Braccini, Osasco e Spalato); Giardino (recintato) di via Monte Asolone angolo Fattori; Giardino Nicola Grosa (vicino al grattacielo) e Giardino corso Vittorio Emanuele II angolo via Revello (di fronte a impianto sportivo Cenisia), le ultime due in fase di ultimazione.