Hackerato da Anonplus il sito dell’ordine dei giornalisti del Piemonte

Il sito dell’Ordine dei Giornalisti del Piemonte è stato hackerato da Anonplus che ha sostituito la home page del sito con un messaggio in cui scrive: “Ogni persona che vuole difendere la propria libertà di informazione, la libertà del popolo e l’emancipazione di quest’ultimo dalla schiavitù dei media e di chi ci governa, di chi ci usa come strumento per attuare i suoi sporchi fini, fa già parte di AnonPlus”

La notizia è stata confermata dal blog di Giorgioe Levi: tesoriere Odg

Da qualche ora il sito dell’Ordine dei giornalisti del Piemonte non è più raggiungibile. Un attacco hacker ha sostituito la consueta homepage con un manifesto firmato Anonplus Italia. Su sfondo nero, molto simile a quello di Anonymous da cui il gruppo di socialnetwork deriva, e con un testo in chiaro, si legge: “Ogni persona che vuole difendere la propria libertà di informazione, la libertà del popolo e l’emancipazione di quest’ultimo dalla schiavitù dei media e di chi ci governa, di chi ci usa come strumento per attuare i suoi sporchi fini, fa già parte di AnonPlus”. Nella giornata di domani il sito riprenderà le sue normali funzioni d’informazione.

 



In questo articolo: