Rinnovata la collaborazione tra Consiglio regionale e Cif-Oil

Il presidente del Consiglio regionale del Piemonte, Mauro Laus, e il direttore del Centro internazionale di formazione dell’Organizzazione internazionale del lavoro (Cif-Oil), Yanguo Liu, hanno firmato oggi, 13 luglio, a Palazzo Lascaris, il protocollo d’intesa che rinnova la collaborazione tra l’assemblea regionale e l’agenzia dell’Onu, avviata già a partire dal 2010.

Il nuovo accordo prevede di ampliare le attività in comune con la possibilità di collaborare per la presentazione di progetti finanziabili dall’Unione europea o da altre istituzioni e per realizzare attività formative inerenti i media e le norme internazionali del lavoro.

Confermata, inoltre, la volontà di organizzare conferenze di rilievo internazionale, anche con il coinvolgimento del sistema pubblico locale e degli atenei piemontesi. Prosegue infine l’attività del sito in lingua inglese Piemonte for you, gestito dal Consiglio regionale in collaborazione con il Centro estero per l’internazionalizzazione (Ceipiemonte) e richiamato con un link dal sito dell’Assemblea legislativa piemontese e da quello del Cif-Oil. Esso fornisce un contributo importante per diffondere la conoscenza del Piemonte, delle sue ricchezze culturali, turistiche, ma anche delle sue eccellenze produttive e delle opportunità di investimento e formazione.

“È importante continuare questa cooperazione non solo per l’esperienza pluriennale maturata ma anche per le numerose sfide che richiedono di lavorare insieme – ha spiegato il direttore Liu – Sono le sfide della crisi economica mondiale, le problematiche di genere, le criticità della disoccupazione e dell’immigrazione, che rendono necessaria una forte cooperazione con il governo regionale”.

“La presenza del Cif-Oil è una risorsa e un’opportunità per il Piemonte e con questo accordo vogliamo consolidare i rapporti avviati intensificandoli, per lo sviluppo di nuovi progetti e nuove sinergie in un proficuo scambio di competenze e di conoscenze regionali e internazionali”, ha affermato il presidente Laus.