Omicidio Caccia, nuovo processo a Milano per il presunto killer

Riparte il processo per l’omicidio del procuratore Bruno Caccia. Giustizio immediato per Rocco Schirripa: il 64enne, panettiere di Torrazza Piemonte, tornerà in aula alla Corte d’Assise di Milano il 10 febbraio 2017.  Caccia era stato scarcerato lo scorso 29 novembre  ma rimesso subito in cella dalla procura di Milano con con un immediato decreto di fermo.

La revoca della misura preventiva era stata chiesta direttamente dall’accusa per un vizio di procedura (“affetta da irreparabile vizio procedurale”): la richiesta dell’apertura delle indagini, infatti, dopo che era stata archiviata, non era mai stata chiesta. Vizio procedurale che era stato lo stesso legale della famiglia Caccia a segnalare. Lo stesso giorno, però, il pm Marcello Tatangelo lo ha sottoposto di nuovo in stato di fermo: resta in piedi l’ipotesi che Schirippa sia uno dei killer del procuratore.

 



In questo articolo: