Oltre il confine è il tema del Salone del Libro 2017, che ha già fatto il pieno di editori #SalTo30

Oltre il confine è il titolo della 30a edizione del Salone Internazionale del Libro di Torino. Oltre a ricordare un romanzo molto amato, e a introdurre l’approfondimento sul paese ospite, Oltre il confine dà sin troppo l’idea del mondo in cui viviamo per non tenerne conto. Un mondo in cui, fino a qualche decennio fa, molti confini
sembravano sul punto di svanire e oggi invece si moltiplicano. Un mondo in cui fino a qualche tempo fa i muri sembravano voler cadere giù, e oggi si torna a volerli costruire.

Questa mattina alla Cavallerizza conferenza stampa di medio termine, con alcune anticipazioni e la presentazione della locandina ufficiale realizzata da Gipi.


Quest’anno, Regione ospite sarà la Toscana e Matera, capitale europea della cultura 2019, ha annunciato di voler essere presente a Torino con un proprio stand.

A tre mesi all’inizio del Salone più del 95% degli editori che erano presenti l’anno scorso ha già preso uno stand al Lingotto, sono circa 350 gli editori già iscritti.

A pochi giorni dalla sua apertura, l’Ibf (International Book Forum), lo spazio dedicato alla compravendita dei
diritti a cui partecipano agenti letterari, uffici diritti, case editrici provenienti da tutto il mondo ha registrato 130 adesioni: agenzie editoriali, scout, uffici diritti, case editrici provenienti da ogni angolo del mondo (Albania, Canada,
Egitto, Finlandia, Francia, Georgia, Germania, Giappone, Gran Bretagna, Grecia, Nigeria, Mozambico, Russia, Spagna, Stati Uniti, Turchia)

Tutti i dettagli nell’intervento del direttore Nicola Lagioa



In questo articolo: