Arrestata la banda del Touareg, il capo usava una mutanda per coprirsi il volto

I carabinieri hanno arrestato i membri della “banda del Touareg” che da mesi terrorizza i commercianti di Torino e Asti. I militari della compagnia di Moncalieri, in collaborazione con i reparti territorialmente competenti, hanno sgominato una banda criminale di origine sinti piemontese specializzata in spaccate e furti notturni ai danni di esercizi commerciali. Uno del commando utilizzava un paio di mutande come mephisto per coprirsi il volto

Il gruppo criminale si avvaleva di auto e targhe rubate per mettere a segno i colpi. Sono 13 i furti e le spaccate accertati dai carabinieri in 11 mesi di indagini (Ottobre 2015 – agosto 2016) ma i colpi realizzati dovrebbero essere più di 40.

Sono state fermate 8 persone, di cui quattro arrestati e 4 denunciati, ritenuti responsabili, a vario titolo, di associazione per delinquere finalizzata al furto, rapina e ricettazione. Durante le fasi dell’arresto sono state eseguite diverse perquisizioni, durante le quali i carabinieri hanno sequestrato numerose centraline per autovetture (Servivano per bypassare le centraline delle auto per poterle sbloccare e rubare), blocchi di accensione di autovetture, body computer, un registratore di cassa, un navigatore satellitare, un palanchino artigianale e indumenti vari indossati dagli arrestati durante i colpi.

Nella gallery la sequenza di un colpo



In questo articolo: