Adesione totale dei lavoratori allo sciopero Comital

La Fiom-Cgil rende noto che oggi, martedì 11 luglio, i lavoratori della Comital di Volpiano, azienda che occupa 140 addetti (200 complessivi nel sito) e produce laminato di alluminio per l’industria farmaceutica e alimentare, si sono fermati per otto ore di sciopero, su tutti e tre i turni, con presidio davanti ai cancelli dell’azienda dalle ore 6 e fino alle 22: l’adesione è stata totale. Altre agitazioni sono previste domani.

Con questa mobilitazione i lavoratori hanno voluto esprimere tutta la loro preoccupazione per il futuro dello stabilimento, visto che ancora manca un piano industriale e non sono assolutamente chiare le prospettive.

La Comital infatti è stata acquisita alla fine del 2014 dal gruppo francese Aedi, già proprietaria della Lamalù (50 addetti circa), azienda collegata che produce alluminio per la Comital, ma in questi due anni la gestione aziendale è stata fallimentare, portando lo stabilimento a uno stato di grandissima sofferenza e di sottoutilizzazione degli impianti e della capacità produttiva, con l’intervento della cassa integrazione.

Lunedì 17, alle ore 16, azienda e sindacati sono convocati dalla Regione Piemonte.

Ugo Bolognesi, responsabile della Comital per la Fiom-Cgil, dichiara: «Le iniziative proseguiranno finché non verranno date risposte alle domande dei lavoratori e non si avranno certezze sul futuro occupazionale e produttivo dello stabilimento: servono investimenti ed un piano industriale serio in grado di rilanciare la produzione di laminato».



In questo articolo: