Carcere, detenuto si toglie la vita a Saluzzo

Un detenuto di 46 anni di origini palermitane è morto in ospedale Savigliano, in provincia di Cuneo, dov’era stato trasportato il 24 agosto dopo un tentativo di suicidio. A darne notizia l’Osapp (Organizzazione  Sindacale Autonoma Polizia Penitenziaria).

“Si tratta purtroppo dell’ennesima vita persa nelle carceri Italiane – spiega il Segretario Generale Leo Beneduci – . Nonostante l’impegno strenuo dei Poliziotti Penitenziari per salvarlo e senza dimenticare che nelle carceri Italiane ad ogni morte per suicidio corrispondono ogni anno 10 (dieci) tentativi vanificati grazie alla costante attenzione degli appartenenti alla Polizia Penitenziaria”.

“Peraltro – conclude Beneduci – il decesso di ieri ha tra le cause “oscure” anche la gravissima carenza di organico del personale del Corpo, costretto ad esempio a Saluzzo ad aprire un Nuovo Padiglione detentivo per 200 (duecento) detenuti in più senza alcun incremento di organico laddove già sussisteva una carenza di personale in uniforme di 80 (ottanta) su 256 previste. Tali infatti sono anche gli effetti dello sconsiderato ‘armiamoci e partite’ posto in essere dall’Amministrazione Penitenziaria e dall’attuale Guardasigilli Orlando in questi ultimi anni”.