Torino Musei, Cibario: “Non posso revocare procedura per i 28 licenziamenti”

La procedura per i 28 esuberi non può essere revocata. E’ stato chiaro e netto il presidente della Fondazione Musei, Maurizio Cibrario, che stamattina, in Comune, ha respinto la richiesta dei sindacati che  avrebbero voluto la revoca della lettera per la procedura per i 28 esuberi dei Musei Civici di Torino: 13 al BorgoMedievale (che tornerà al Comune), 12 alla biblioteca Gam (tra biblioteca e fototeca), 3 al Museo diffuso della Resistenza. 5 invece dovrebbero essere riassorbiti in Comune.

Cibario ha spiegato che la procedura non può essere revocata perché  “verrebbe meno il requisito della continuità aziendale e il bilancio non sarebbe approvato. È una questione tecnica. Il piano di riorganizzazione è la conditio sine qua non per non mandare in liquidazione la Fondazione e per non lasciare a casa tutti i 170 dipendenti”.