Rachid, l’ingegnere venditore ambulante di Torino, prende anche la laurea magistrale

Rachid Khadiri Abdelmoula lo conoscono tutti nei dintorni di Palazzo Nuovo, da sempre, da quando, insieme ai suoi fratelli vende fazzoletti e braccialetti a studenti e professori. Cinque anni fa hanno imparato a conoscerlo anche il reso degli italiani, quando Rachid riuscì ad ottenere la laurea triennale in ingegneria e poi ricevette la cittadinanza italiana.

Ora Rachid ha compiuto un nuovo passo. Domani mattina riceverà anche la laurea magistrale in Ingegneria civile con specializzazione in Strutture, discutendo una tesi su “Gli effetti dei nanomateriali di carbonio aggiunti ai compositi di cemento”.

Tesi che è stata possibile grazie ad uno stage in un’azienda svizzera dove, racconta Rachid a Repubblica, ha potuto lavorare con ragazzi provenienti da 24 paesi diversi. E quell’esperienza è stata possibile solo perchè rachid è cittadino italiano. Per questo, insiste l’ingegnere, è importante che il dibattito sullo Ius Soli non venga accantonato. Perchè tutti possano avere le possibilità che meritano.



In questo articolo: