Il Comune di Alessandria punta alla biblioteca di Umberto Eco per realizzare un polo digitale alla Cittadella

Il Comune di Alessandria si muove a sua volta per aggiudicarsi la biblioteca di Umberto Eco dopo che il consiglio comunale ha approvato all’unanimità un ordine del giorno presentato da Vittoria Oneto

del Pd che chiede a sindaco e giunta di contattare la famiglia in modo da dimostrare interesse.
Interessate all’immensa raccolta dell’uomo di cultura alessandrino sono il comune di Milano e l’Università di Bologna.
Il sindaco Gianfranco Cuttica sostiene che : E’ possibile intrattenere un rapporto, un dialogo con la famiglia, magari per una parte di questo bene, quei libri che riguardano Alessandria, ma ci sono pochi soldi e la famiglia sembra voler fae prevalere il progetto di valorizzazione sul ricavo economico.
L’idea è di puntare a una biblioteca e centro di ricerca che diventi un polo della digitalizzazione» con nuove tecnologie nella salvaguardia e restauro di beni archivistici, culturali e architettonici coinvolgendo Regione, Cnr, Politecnico, Università del Piemonte Orientale, fondazioni bancarie, e il Mibact rispolverando la risistemazione della Cittadella.