Aggressione omofoba a Davide Betti, presidente di Diritti e Libertà

Non è la prima volta che Davide Betti, presidente nazionale di Diritti e Libertà per l’Italia, subisce un’aggressione di stampo omofobo. Cinque anni fa era finito in ospedale con il naso rotto e il pancreas perforato. Questa volta le conseguenze fisiche sono state meno gravi ma quelle morali sono ogni volta devastanti.

Davide si trovava nella sua casa, quando dalla finestra aperta sono piovute all’interno due uova. Affacciatosi alla finestra, erano le due di notte, ha potuto vedere un’auto con due persone a bordo e altre due accanto, che hanno continuato a lanciare uova e a insultarlo con i più beceri e tipici insulti omofobi.

Betti ha sporto denuncia e raccontato cosa è accaduto sulla sua pagina Facebook. L’aggressione è avvenuta lo scorso 17 luglio.



In questo articolo: