Luisa Trombetti di nuovo campionessa italiana nei 400 misti

Nella seconda giornata del Campionato Italiano Open in vasca corta è arrivato il primo titolo piemontese della rassegna, conquistato da Luisa Trombetti nei 400 misti.

La gara che nel 2016 gli ha consegnato il pass per gli Europei di Londra e, soprattutto, per le Olimpiadi di Rio de Janeiro. La 25enne atleta tesserata per Fiamme Oro e Rari Nantes Torino, allenata a Bologna dal tecnico Fabrizio Bastelli, ha vinto in 4’35″27 davanti a Stefania Pirozzi (Fiamme Oro/CC Napoli) e Carlotta Toni (Esercito/RN Florentia), rispettivamente argento e bronzo in 4’37″06 e 4’37″80. Per Luisa Trombetti si tratta del settimo titolo italiano assoluto in carriera, della 15esima medaglia ai Tricolori e della nona sui 400 misti, nonché di una conferma a un anno esatto di distanza dalla vittoria ottenuta ai Campionati Italiani in vasca corta del 2017, in questa stessa vasca. “Volevo vincere” ha sottolineato nel commento per la FIN, “ho gestito bene la gara seppur il tempo non mi soddisfi appieno. Comunque in questo momento della stagione era importante tornare al titolo”.

Nei 100 rana si è confermato su ottimi livelli Alessandro Fusco (Swimming Club Alessandria), ieri secondo nella doppia distanza e oggi rimasto ai piedi del podio per soli nove centesimi, ma soprattutto capace di abbassare il record personale a 58″86, tempo che vale la top 20 italiana di tutti i tempi.

Il precedente personale risaliva ai Criteria Nazionali della scorsa primavera, nei quali Alessandro aveva nuotato in 59″42. Come detto ha terminato a un soffio dalla medaglia di bronzo, andata a Zaccaria Casna (CN UISP Bologna, 58″77), a sua volta preceduto dagli azzurri Fabio Scozzoli (Esercito/Imolanuoto, 57″17) e Nicolò Martinenghi (Fiamme Oro/NC Brebbia, 57″73).