L’ex convento di Santa Chiara a Torino diventa una residenza collettiva per giovani volontari del gruppo Abele

L’ex convento di Santa Chiara, in via delle Orfane a Torino, riapre al pubblico dopo tanti anni per avere una funzione sociale. Nella chiesa restaurata avrà sede una residenza collettiva per giovani volontari del gruppo Abele, che accoglieranno ragazzi in difficoltà e garantiranno l’apertura della chiesa ai turisti e ai fedeli.
I soldi sono arrivati dalla Compagnia di San Paolo che ha stanziato quasi 900 mila euro per il restauro della chiesa, del coro e dell’ex convento.
Per il presidente della Compagnia di San Paolo Francesco Profumo: “Il complesso diventa un luogo di accoglienza e formazione dedicato ai giovani, un nuovo spazio aperto al quartiere e luogo di incontro per la comunità. Una infrastruttura sociale nella direzione auspicata dall’Europa, Torino può essere un modello di sviluppo”.



In questo articolo: