Lotteria Italia 2018: in Piemonte calano le vendite del 18,4%

In attesa dell’estrazione del 6 gennaio 2019, escono i primi dati sulle vendite della Lotteria Italia 2018 in tutte le regioni d’Italia e in particolare in Piemonte, dove si registra un calo di vendita del 18,4%, comunque meno accentuato rispetto ad altre regioni. Si sono venduti in tutto 424 mila biglietti, con in testa la provincia di Torino (219 mila) e a seguire la provincia di Alessandria (82 mila), la provincia di Novara (32 mila), la provincia di Cuneo (29 mila), la provincia di Asti (22 mila), la provincia di Vercelli (20 mila), la provincia del Verbano Cusio Ossola (10 mila) e infine la provincia di Biella (7 mila), tutte in calo rispetto all’anno precedente.

Il decremento nelle vendite è imputato all’assenza del tagliando “gratta e vinci” che forniva allo stesso prezzo di 5 euro a biglietto la possibilità di vincere premi immediati.

Il picco di vendite degli ultimi anni  è registrato nel 2009 con oltre 611 mila biglietti e il punto più basso nel 2012 con 407 mila biglietti.

L’estrazione  – ricordano i Monopoli – sarà “effettuata in seduta pubblica, sotto il controllo del Comitato per l’espletamento delle operazioni relative alle lotterie ad estrazione differita presso la sede dell’Agenzia delle Dogane e dei Monopoli di Piazza Mastai, alla presenza della Guardia di Finanza e dei rappresentanti di categoria dei consumatori”.  Durante la trasmissione  “I soliti ignoti – Il ritorno” verrà annunciato domenica 6 gennaio il vincitore del premio di prima categoria da 5 milioni di euro. I premi di seconda e terza categoria verranno stabiliti dal Comitato, nel numero e nell’importo, poco prima dell’inizio della trasmissione.



In questo articolo: