Via Lattea, dopo la morte della bambina vengono sequestrate 4 piste

I carabinieri insieme alla magistratura hanno posto sotto sequestro quattro piste del comprensorio della Via Lattea. Dopo il sopralluogo dei pm e dei Carabinieri di Sestriere e di Oulx, quest’ultimi hanno chiuso in urgenza le piste e notificato il decreto per le piste “imbuto”, “27 alta”, “27 bis” e “cresta”. La decisione è arrivata in seguito alla morte di Camilla Compagnucci, bambina di 9 anni di Roma, uscita fuori pista e andata a scontrarsi contro le barriere frangivento di legno, le stesse barriere che hanno fermato la corsa dell’ingegnere 31enne Giovanni Bonaventura, morto il 20 gennaio 2018.

Giovedì 3 gennaio 2019 erano state indagate quattro persone per omicidio colposo sia per la morte della bambina che per quella del 31enne, i cui procedimenti sono stati unificati in un’unica inchiesta.

Foto di Carlo Z